a cura della Biblioteca Comunale di Sinalunga
Carlo Lapucci, nato in Toscana nel 1940, è un noto linguista e letterato fiorentino. Si è laureato in studi classici a Firenze, dove attualmente insegna, scrive e collabora con varie case editrici, testate giornalistiche, riviste e la RAI. Si occupa di tradizioni popolari da oltre vent’anni. E’ un autore fecondissimo e instancabile e i suoi scritti sono sempre accolti con entusiasmo da quei lettori appassionati di questo genere. Possiamo citare alcune sue opere quali: «Dizionario dei modi di dire della lingua italiana» (1969), «I proverbi dei mesi» (1972), «Fiabe toscane» (1984), «Il libro delle filastrocche» (1987), «Dizionario delle figure fantastiche della tradizione popolare italiana» (1991).
Da un noto esperto di letteratura e tradizioni popolari italiane, un dizionario che offre l’opportunità di riflettere su modelli di vita economici e culturali ormai passati e su quanto di quella saggezza popolare, di quella storia quotidiana ormai lontana è rimasto radicato nel nostro comune sentire.Dopo un’ampia introduzione (circa 60 pagine) sull’origine, la funzione e la storia del proverbio la trattazione che, partendo da una parola chiave (per esempio Abbondare, Gatto, Luna) seguita da un breve commento fornisce chiarimenti sulla sua funzione e sul suo significato in ambito proverbiale. Sotto ciascuna parola chiave vengono poi riportati e commentati i vari proverbi connessi alla parola chiave stessa.Chi cerca un proverbio e la sua spiegazione o la sua storia lo reperisce con facilità, grazie alla numerazione e agli indici, chi invece è mosso da interessi o curiosità di altro tipo trova, cercando per parole chiave, dei raggruppamenti ideali che offrono spaccati di storia, di cultura materiale, di civiltà.- 25.000 proverbi
- 3000 parole chiave
- indice analitico e per parole chiave.