colle degli ulivi COLLE DEGLI ULIVI 2010 - XVIII EDIZIONE

| INDICE > | PROGRAMMA GENERALE > | INFO > | HOME > |
Associazione culturale Ottagono

DI QUA DAL FOSSO

Parole chianine raccolte fra Torrita di Siena, Sinalunga
Acquaviva, Montepulciano Scalo e Montallese

ass_cultura


Come si addice a un' opera di carattere popolare, Di qua dal fosso nasce dal basso. Dal 2004 circa, nel circolo Ottagono di Torrita, i soci hanno preso 1'abitudine a prendere nota delle espressioni e delle parole della parlata locale che venivano in mente fra una chiacchiera e l'altra, fra una birra e una partita a scacchi. Questo quaderno rosso, passando di mano in mano da un chiusino a un poliziano a un torritese e poi da uno studente fuori sede a un altro che tornava a casa per le feste e così via, ha cominciato a diventare consistente, finché il direttivo dell'Associazione ha pensato di organizzare le cose un po' meglio, e di formare un gruppo di lavoro apposito per dare alla raccolta un carattere meno estemporaneo, senza però tradirne lo spirito iniziale.
I principali interventi di questo gruppo di lavoro, composto, oltre che da chi scrive, da Giancarlo Cherubini, Mariano Fresta, Gianpiero Giglioni, Enrica Angela Grassi, Mariangela Leotta e Norberto Olçlrini, sono stati:
- la restrizione dell' area geografica di riferimento, che è stata limitata ai paesi di cui avevamo soci autoctoni da intervistare e con una maggiore omogeneità linguistica, e cioè (in ordine di importanza): Torrita, Sinalunga, Montepulciano Scalo, Acquaviva e Montallese;
-l'approfondimento della lingua in senso diacronico, che ha fatto includere nel dizionario le parole dei nonni e dei nonni dei nonni, fin quando la memoria è riuscita ad arrivare senza perdere la cognizione dei
significati;
- alcuni approfondimenti specifici, legati al vissuto di alcuni di noi: alla civiltà contadina, alla civiltà "di paese", al mondo dei giovani.
Si è cercato il più possibile di essere precisi, senza impantanarci in questioni troppo specialistiche che non eravamo in grado di trattare. Per questo abbiamo ricevuto consigli preziosi da Carlo Lapucci, autore di un dizionario sulla parlata di Montepulciano, da Annalisa Nesi, docente di linguistica presso la Facoltà di Lettere di Siena, e da Alberto Nocentini, docente di Glottologia presso la Facoltà di Lettere di Firenze.
Di qua dal fosso è dedicato a Simone Angiolini, che ci ha lasciati senza vedere ultimato un lavoro a cui teneva tanto e a cui si era appassionato, a suo modo, fra i primi. Per lui abbiamo cercato di mettere un punto fermo e di pubblicare un' opera che altrimenti (si sa come vanno i dizionari) non finivamo più.

Silvia Cassioli


di qua dal fosso
RIGOMAGNO DAL 1292