< PAG PREC | < RIGOMAGNO HOME |




Che cos’è il ciambellino?

«Dicesi ciambellino un dolce a forma di ciambella del diametro di circa 20 centimetri, presente nelle tavole delle popolazioni senesi ed aretine della Valdichiana, dalla colazione della mattina di Pasqua alla domenica successiva o poco oltre. Si consuma prevalentemente a fine pasto, rompendolo grossolanamente con le mani ed abbinandolo con il Vinsanto; oppure a colazione inzuppato nel caffellatte.
La sua origine è da ricercarsi tra le tradizioni legate ai riti della Settimana Santa (simbolizza la corona di spine della Passione di Gesù) ed all'arrivo della primavera ed i riti della fertilità (la presenza dell'uovo tra gli ingredienti base e la forma molto lievitata della pasta).

ciemebblino di rigomagnoIl vero Ciambellino di Rigomagno

Preparazione
Pur nella ridotta estensione della zona storica del ciambellino, si riscontrano diversità negli ingredienti e nella preparazione, non solo tra paesi, ma spesso anche tra famiglie. Gusti personali, tradizioni diffuse dai matrimoni, reperibilità delle materie prime ed altre varianti, non permettono di codificare la ricetta assoluta. Quella che segue è la ricetta classica filtrata

Esecuzione
Montare gli albumi a neve, sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere la vaniglia, il limone grattugiato, il burro fuso, l'olio, il liquore e la farina (lentamente); amalgamare bene e infine aggiungere il lievito. Lavorare l'impasto sulla spianatoia, se risulta troppo morbido aggiungere altra farina fino a che questo non si attacca più alle mani. Fare delle palline (sopra alla spianatoia infarinata), intingere l'indice nell'olio e infilarlo al centro della pallina, girare velocemente a formare una ciambella (diametro 15-20 cm). Disporre nel vassoio di cottura imburrato e infornare a forno caldo (250 gradi), per 20-25 minuti.

 

Ricetta classica

Ingredienti:

10 uova
1.000 g di farina
700 g di zucchero
100 g di vaniglia
250 g di burro
100 g di liquore
50 g di semi di anice
1/4 di bicchiere d'olio
1 limone e un'arancia grattugiati
3 bustine di lievito.




«Niente presine del farmacista la ricetta la preparava la Bibe»

ciambellino vero di rigomagnoC'era una volta, tanto tempo fa, anzi: una volta non c'era altra possibilità per fare un dolce, o una marmellata o una conserva, se non quella di rivolgersi al farmacista del paese per farsi preparare "la presina" da aggiungere alla dose. La presina era un piccolo involucro di carta contenente un preparato a base di conservanti, lievito, ed estro del farmacista.
Alla gente di campagna non andava tanto giù l'idea di dover andare dal farmacista anche quando stava bene e così a Rigomagno erano piuttosto fieri di poterne fare a meno: la referente era la Bibe, la bottegaia che al momento metteva in vendita le dosi pronte:
"Bibe dammi la dose pe' Ciambellini" (a Rigomagno Ciambellino si scrive con la maiuscola)
"Quante ova" (da noi le uova sono tondeggianti e, quindi, senza la U")
"Venti"
"Pronti... serve altro?"

 

Quella che segue è l'ultima mitica ricetta della Bibe, la pubblichiamo per dovere storico ma ci corre l'obbligo di avvisare che non è la ricetta che fa il Ciambellino di Rigomagno ma "il manico".

Dose per 10 ova
- 800 g di zucchero
- 4 presine di lievito
- 300 g di burro
- 1 stecca e mezzo di vaniglia
- 2 limoni
- 1 bicchiere con un mix di maraschino, rum, strega
- 15 g di anice in grani
- 30 g di ammoniaca
- 2 kg scarsi di farina

Fondamentale nella preparazione la spennallatura di uovo sopra il ciambellino un momento prima di infornare (ovviamente in un forno a legna riscaldato con un legni diversi per il bilanciamento degli aromi), e poi l'impepata finale (ossia si cosparge il ciambellino con una dose di zucchero.


Le donne di Rigomagno fanno i ciambellini nelle ore più impensate e inconsuete, nei giorni immediatamente a ridosso del periodo pasquale. Il fatto è che non vogliono gli uomini tra i pedi. Sia perché li considerano di intralcio, sia perché, ritenuti (a torto) chiacchieroni, non vogliono correre il rischio che raccontino ad altri i metodi di lavoro, la ricetta segreta e, soprattutto, i "trucchi" del Ciambellino Tradizionale di Rigomagno.
Le foto che seguono sono state scattate con l'inganno e l'astuzia da qualcuno, del quale, per ovvi motivi no possiamo rivelare il nome.

ciambellino di rigomagnociambellino di Rigomagnociambellino di rigomagnociambellino di rigomagnociambellino di rigomagno

 

< PAG PREC | < RIGOMAGNO HOME |