RIGOMAGNO: COLLE NEWS
< HOME
E CATULLO DISSE: - BENFINITA HA DA ESSE'... E BENFINITA FU
La Toscana è Terra antica di contadini. Un tozzo di pane e un fiasco di vino in tavola non sono mai mancati, tuttavia non si butta niente. Buttare, fossero anche briciole, è peccato. E così, dopo una mesata di merende e cene per ospiti ed amici alla fine sono rimasti gli "avanzi".
Rapido passa parola tra il gruppo dei più "strulli", in questo caso "i grandi bischeri" per ripulire la cambusa.

Sabato 13 settembre il giorno prescelto.
L'ora l'ha stabilita Renzo (in quanto Presidente talvolta si sente
John Wayne):
- Ok rimettiamo gli orologi, l'attacco alle ore 20.00 ora zulu).

Per la cronaca bisogna dire che è stata dura, ma ce l'abbiamo fatta... per essere precisi "quasi fatta", perché si sono prodotti altri avanzi per i quali è stato necessario un supplemento domenica alle ore 13.00 (naturalmente ora zulu).
Una parte degli "avanzi" avanzati...
Nel vano tentativo di rendere meno pesante l'impresa, sono stati dati dei nomi di fantasia alle cibarie da smaltire e così quattro crostinacci e due fagioli toscani sono stati presentati come:
Crostini di tribbiatura alla maniera senese con fegatini di pollo ruspante, pomodoro e basilico dell'orto con olio extravergine di Rigomagno, fagioli sgranati e cotti al fiasco intrigati con tonne delle Baleari, cipolla di Tropea e Olio extravergine di Rigomagno...
Ed ora una frase fatta (quando ci vuole, ci vuole):
"la fotografia non mente"... infatti, notate come si va a cercare nei più nascosti anfratti, il più piccolo avanzo ti tagliatella fatta a mano e gettata tra le altre tagliatelle nel tegamone tenuto caldo, per mantecare meglio, con quel po' di ragù toscano avanzato... dalla mattina e che è stato lasciato a sobbollire per alcune ore...

Il risulato, vedi sotto:
cofanata di tagliatelle tirate a mano con ragù della campagna senese e incaciata di Parmigiano Reggiano prodotto nel caseificio Matilde di Canossa, Via F.lli Cervi, 13
42020 Montecavolo, Quattro Castella (Reggio Emilia).
BREVE RIPOSO E POI SI CAMBIA PAGINA > | PAG. 2 |